martedì 16 luglio 2013

SCELTE PER VOI



 TRA POESIA E MUSICA


Alda Merini e Roberto Vecchioni

Esiste, una differenza fra parola scritta e cantata come c'è differenza abissale tra parola poetica e parola comunicativa. Due cose diverse, ma il mezzo è sempre uguale. Due forme d'arte, ma la poesia è molto più libera e astratta, mentre la canzone è molto più concreta, più reale, molto più vicina alle persone. (naturalmente non la canzone in generale, ma quella di autori come De Andrè, Guccini, Dylan)

Roberto Vecchioni è stato tra i primi a portare la canzone d’autore negli atenei: all’università di Torino gli è stata data la possibilità di tenere un corso sulla poesia in musica. «Per un periodo - racconta - ho lavorato sulle canzoni di De André, De Gregori e Guccini, ma ho affrontato in generale la storia delle parole nella canzone».

Il rapporto tra la poesia e la vita «è sempre stata un’equazione violentissima», dice Vecchioni pensando alla propria storia e a un’amica che non c’è più Alda Merini.

"Ho conosciuto in te le meraviglie
meraviglie d'amore sì scoperte
che parevano a me delle conchiglie
ove odoravano il mare e le deserte
spiagge corrive e lì dentro l'amore
mi sono persa come alla bufera
sempre tenendo fermo questo cuore
che (ben sapevo) amava una chimera"
Alda Merini

"Il pensiero di chi legge poesia,  ha detto Alda Merini, è aperto verso altri orizzonti": da una poesia, anche solo da una sua parola che ci colpisce, possiamo partire per inventarne altre, per creare un universo immaginario nuovo, nostro. " La poesia è leggenda specie in età giovanile quando ogni palpito del cuore e ogni conoscenza umana deventano filosofia dell'amore."




 Bacco
Caravaggio 
Roberto Vecchioni ha detto di lei: "Alda è per molti versi consimile nell'approccio che altre grandi scrittrici hanno con l'amore: la Dickinson, la Achamatova, Saffo e soprattutto direi, la Yourcenar. Ma in nessuna di queste, esclusa forse Saffo, c'è tanta potenza monotematica, maniacale, capillare. E' come se Alda raccontasse l'amore pari a persona viva e ne seguisse dal risveglio al sonno tutti gli atti, secolari, usuali, profani, fino alla trappola che gli costruisce intorno e in cui prima o poi dovrà cadere"

 
  Nel 1999 Roberto Vecchioni scrisse e musicò “Canzone per Alda Merini”.
Un testo delicato e profondo, dedicato al periodo passato dalla Merini in manicomio
CANZONE  Roberto Vecchioni

Noi qui dentro si vive in un lungo letargo,
si vive afferandosi a qualunque sguardo,
contandosi i pezzi lasciati là fuori,
che sono i suoi lividi, che sono i miei fiori.

Io non scrivo più niente, mi legano i polsi,
ora l'unico tempo è nel tempo che colsi:
qui dentro il dolore è un ospite usuale,
ma l'amore che manca è l'amore che fa male.

Ogni uomo della vita mia
era il verso di una poesia
perduto, straziato,
raccolto, abbracciato. 

Ogni amore della vita mia
ogni amore della vita mia
è cielo e voragine, 
è terra che mangio
per vivere ancora.

Dalla casa dei pazzi, da una nebbia lontana,
com'è dolce il ricordo di Dino Campana;
perchè basta anche un niente per essere felici,
basta vivere come le cose che dici,
e dividerti in tutti gli amori che hai
per non perderti, perderti, perderti mai.

Cosa mi è costato vivere?
Cosa l'ho pagato vivere?
Figli, colpi al vento...

La mia bocca vuole vivere!
La mia mano vuole vivere!
Ora, in questo momento!

.............................


14 commenti:

  1. Di Alda cosa potrei dire cara Stefy...quello di una grande autrice , osannata dopo la sua morte e presa per pazza in vita!
    Di Vecchioni, ti confesso che per un tratto di vita accompagnava le miei giornate con le sue canzoni, e mi ripetevo che avrei voluto esprimere in musica quelle che non banalmente lui faceva.
    Ora purtroppo molto meno..come quasi tutti d'altronde..la vena può anche sfiorire, sostituita da problemi più seri(malattia del figlio) e concreti( il vil denaro tanto necessario..)
    Post bellissimo , grazie di cuore!!::::))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia cara amica, un grazie a te per questo tuo accurato commento, che apprezzo molto..soprattutto detto da te! Condivido le tue osservazioni..purtroppo "il vil denaro" rovina sempre quello che c'è di autentico...
      Un abbraccio.

      Elimina
  2. Paragoni di grandi artisti, in cui hai saputo esaltare, con grazia, stili e grandi emozioni...
    Grazie di cuore, per i tuoi magnififi elaborati, un abbraccio, silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Silvia, per la tua assidua presenza !
      Un caro saluto.

      Elimina
  3. ...musica e poesia, sorelle care al tempo di ieri, di oggi e di domani, ma mentre la musica percorre una via accessibile a tutti, la poesia ne percorre due accessibili a pochi: insieme diventano alito divino...grazie cara Stefania, post bellissimo...abbraccio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te caro Sergio..sempre presente..con commenti che sembrano, a sua volta, poesia...è bello condividere!
      Un abbraccio.

      Elimina
  4. Ciao Stefania, ci hai regalato un post bellissimo unendo due grandi artisti.

    Alda Merini e la sua sofferenza interiore, la sua grandezza riconosciuta troppo tardi, Vecchioni con le sue canzoni, mai banali, che sono poesie.

    Grazie per questa bellissima analisi.

    Buona serata.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, sono contenta che ti sia piaciuto e condivido.
      Ciao.

      Elimina
  5. Merini e Vecchioni due icone ,due sensibilità diverse ma non opposte, una con una fragilità e solitudine disarmante ,l'altro tenero ed introverso,ma entrambi hanno vissuto in una dimensione più alta .Bella presentazione,a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Apprezzo il tuo commento e condivido..grazie.
      Un caro saluto.

      Elimina
  6. Ciao carissima,
    concordo con il tuo pensiero iniziale e partendo da una riflessione che giudico giustissima ci hai regalato un post di alto livello, pieno di arte ed emozione.
    Un abbraccio e buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti sia piaciuto..grazie.
      Un abbraccio a te.

      Elimina
  7. Passavo per caso stamane,bellissimo il tuo blog,mi complimento con te.Ciao da Olga.

    RispondiElimina