sabato 5 ottobre 2013

GUARDA SIGNORE!

Guarda Signore!
A quegli angoli senza nome
di cielo in terra
dimenticati anche dal sole.
Panchine ai giardini
giacigli per ombre in cerca di calore.
Ci sono uomini che niente chiedono
a giorni tutti uguali
tra una logora coperta e
qualche misero resto
di cartone o di giornale.
Guarda a quei figli con la valigia vuota
di sogni e di sorrisi
a pescare alla riva del fiume
quello che resta.
Per questi tuoi figli Signore,
pesci sperduti nel mare
dell'indifferenza
a celare inquieta sofferenza
sul gelo di tenebre dei loro giorni
abbi un occhio di riguardo.
Anime indifese
accompagnale nel viaggio.
Uno squarcio di luce
per un sogno, un desiderio,
un sorriso..
Ci sono erbacce..
che ci regalano fiori
non c'è uomo che non meriti amore
e tu lo sai, Signore.
Stefyp. ©
TUTTI I DIRITTI RISERVATI 

13 commenti:

  1. Complimenti per i versi, purtroppo nel mondo inizia a mancare l'umanità.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cavaliere, concordo con la tua affermazione...
      grazie.

      Elimina
  2. Stefania, questa è bellissima.
    Non so che dire, mi hai sorpresa ed emozionata.
    Ciao carissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pia, ti ringrazio per l'apprezzamento...

      Elimina
  3. Una saggia spiritualità, in cui trovare nuovi spunti che diano manforte a tutte
    le creature sofferenti...
    Molto bello leggerti, cara Stefania, buona domenica e un saluto, silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia cara Silvia, è sempre un piacere leggere i tuoi commenti. Grazie

      Elimina
  4. Cara Stefania, come sempre le tue poesie, con dei profondi versi sanno veramente emozionare! Bellissima cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao mio caro, un grazie affettuoso per la tua gradita presenza.

      Elimina
  5. una preghiera bellissima,
    ciao Stefy,buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Gabriella, apprezzo molto il tuo commento.

      Elimina
  6. Non guardare solo, ma ascolta e parla
    oltre le nubi della nostra tristezza,
    dove l'apatia di giorni sempre uguali scolora la tinta dei sogni.
    Noi per sempre aspettiamo
    con mani e voci in preghiera
    oltre l'assoluto del tempo.
    "poesieinsmalto"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mia cara Annamaria per queste bellissime parole, una preghiera a cui mi associo ...

      Elimina
  7. Non c'è uomo che non meriti amore...prerogativa di Dio un amore che va oltre il nostro misero sentire. Una poesia che è una preghiera stupenda! Entra dentro...

    RispondiElimina