martedì 1 ottobre 2013

POESIE SCELTE

Continuo la mia proposta sulla poesia russa, ma questa settimana voglio farvi conoscere qualcosa di recente, i poeti che andrò a presentarvi sono nati intorno agli anni 1970. Sono tratti da "La nuovissima poesia russa" a cura di Mauro Martini - Giulio Einaudi editore.
Buona lettura.
LEVITAN SOKOLNIKI


Il primo autore è: BORIS RYZYJ

Portami lungo viali vuoti,
parlami di qualche sciocchezza,
pronuncia vagamente un nome.
I lampioni piangono l'estate.

Due lampioni piangono l'estate.
cespugli di sorbo. Una panchina umida.
Amore mio, resta con me fino all'alba,
poi lasciami.

Rimasto come un'ombra offuscata
vagherò qui ancora un po', ricorderò tutto,
la luce accecante, il buio infernale,
io stesso fra cinque minuti sparirò.

Boris Ryzyj nasce a Celjabinsk-40 nel 1974 . Debutta come poesta nel 1994 sulle pagine della rivista "Ural". Nel maggio del 2001 si impicca nella sua casa di Ekaterinburg.

VASILY SADOVNIKOV


La seconda proposta è: OL'GA GREBENNIKOVA  

LA CORRENTE

La calura si rafforza nella cenere del cuore.
Gli è sostegno la luce dalla profondità.
Esso ha tracciato sulla baia vette
dove il calore è inestinguibile. Ogni balenio
è concentrato nello strato sottile.
E la forza dei venti tratta il cammino
e si acquieta sotto la mia mano, e sempre più chiara
la spalla curva fra i frutti lì, nel paese sconosciuto
                                                    dell'origine.
Al di là del fragile bordo un'orma argentea
costruisce il perimetro dell'orizzonte.
Qui è la risposta.
Chiaro, fino al massimo dolore, pronto
a schiudere il pugno per una manciata e per bere.
Sulla sua base è tessuta
la fatica, l'ira, il termine - ad esso
tendono i fiumi. Io entro nella corrente.



Ol'ga Grebennikova nasce nel 1971 a Petropavlovsk-Kamcatskij. Si è laureata  presso la facoltà di filologia dell'Università di Taskent, e vive tra Fergana (Uzbekistan) e gli Stati Uniti.
 
BORISOV MUSATOV

 La terza proposta è : MARINA GOL'DENBERG

Io stessa non so quel che scrivo...
Va, come la vita,
senza un sogno, senza un senso.
Un uomo deve essere
innervato.
E multiPossente.
Permetto
che si giochi con me
e mi do in fretta.
Non sono mai stata di nessuno -
e di nessuno sono... 
Di nessuno sono la metà
e non mi divido
in parti uguali.
Pacatamente spiego a mio figlio
che suo papà
è stato un isolato
Adamo.

Marina Gol'denberg nasce nel 1978 a Zlatoust. Pubblica sulla rivista "Ural'skajanov'". Studia all'Istituto letterario "Go'kij".
 

14 commenti:

  1. Ottime scelte artistiche, per iniziare la giornata con grandi sensazioni...
    Grazie per le tue intense proposte poetiche, Stefania, buona giornata, silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia, mi fa piacere il tuo apprezzamento.
      Buona serata.

      Elimina
  2. Grazie cara Stefania, tu ci tieni informata di tante cose che io purtroppo ignoro.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, mio caro...la mia condivisione serve anche a questo....
      Ciao.

      Elimina
  3. Ciao Stefania,
    ti dico la verità, io non conoscevo questi autori, mai sentiti nominare e sono stati una bella scoperta, sono bellissime tutte e tre le poesie, ma la terza è la mia preferita ;)
    buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh..non crucciarti... anch'io li ho scoperti da poco.
      Buona serata, grazie.

      Elimina
  4. poeti sconosciuti,tra le posie proposte preferisco la seconda
    grazie di avercele fatte conoscere,notevoli i dipinti che hai abbinato
    un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io trovo la seconda più intensa e forse la preferisco..i quadri sono di pittori russi del 1800..ho pensato che poteva essere un buon abbinamento..
      Grazie, buona serata.

      Elimina
  5. Ciao Stefania,
    queste poesie che hai postato, hanno un non so che di malinconico.
    Forse è tipico della poesia russa, non so, comunque mi fanno molto pensare.
    Scusa se te lo chiedo, è una domanda che non necessita di risposta sia chiaro, ma come mai hai scelto queste poesie?
    L'ultima la trovo anche tanto moderna e realistica.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pia, non ho problemi a rispondere alla tua domanda...la mia scelta è stata dettata dal caso...sono venuta in possesso della raccolta in biblioteca cercando un altro poeta russo e incuriosita mi sono messa a leggerlo.
      Ho pensato che fosse un'idea postare qualche poesia..proprio per farveli conoscere...poi sai ognuno in materia ha i propri gusti....
      Grazie, un abbraccio..

      Elimina
  6. Sono tutte e tre molto belle, ma l'ultima mi ha colpito in modo particolare per il carattere che emana...Grazie per queste intense letture e buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosanna, anch'io forse fra le tre preferisco la terza, ma ognuna nel sue genere è particolare...
      Grazie per il tuo commento, un caro saluto.

      Elimina
  7. ....la scelta di questi autori è un dono meraviglioso, trovo nei loro versi verità della vita...ciao cara Stefy, e complimenti per le scelte dei dipinti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sergio è sempre un piacere leggerti ed averti tra i miei lettori.
      Buona giornata, Stefania

      Elimina