sabato 28 luglio 2012

ALLA SCOPERTA

 DI LUIS GARCIA MONTERO
(poeta spagnolo, nato a Granada il 4 Dicembre 1958)


MADRID

Acqua limpida, Madrid, per i tuoi occhi limpidi,
quando ti svegliano treni e uccelli.
I giorni hanno fretta quando cercano con te
le vesti dei lunedì nella stazione Atocha
e il mare delle estati nei fiori di plastica.

Cieli limpidi, Madrid, per il tuo sole di inverno.
Io mi mangio le esse, ma mi sento tuo,
e sono azzurro senza nubi come sono le parole plurali,
come il vento del sud sulle strade,
come la gentilezza della parola mondo.

Entrata libera, Madrid, per lo sconosciuto
che dorme di mattina e cospira nella notte
e felici coloro che non amano la campagna,
quelli che prendono il metrò, quelli che chiamano il taxi,
quelli che non si perdono mai nella pace del disordine.

Gli ultimi amici hanno chiuso la porta.
Buona notte, Madrid, un altro whisky, con ghiaccio.
Ringrazio il tuo fuoco sotto il balcone.
Brindiamo alla luce franta delle stelle
che fa la guardia alle case sognando.
(Dalla rivista "Poesia" marzo '12)

 

Nessun commento:

Posta un commento