martedì 18 dicembre 2012

L'ALBERO DI NATALE



A sud del golfo di Finlandia la notte
vicino al mare brumoso
l'albero di Natale scintilla
tra oscure torri gotiche
corazze di cavalieri teutoni
e ciminiere di fabbriche
l'albero di Natale
l'albero di Natale canta
sulla piazza bianca di neve
canzoni dell'Estonia
lunghissimo scintillante
pagliuzzato d'oro
l'albero di Natale

tu sei nella palla di vetro rosso
i tuoi capelli son paglia gialla le ciglia azzurre
sono io che l'ho appesa
mettendotici dentro
il tuo collo bianco è lungo e rotondo
ti ho messa nella palla di vetro rosso
con i miei dubbi
con le mie ansietà con le mie parole
le mie speranze le mie carezze
a tutti gli alberi di Natale a tutti gli alberi
a tutti i balconi le finestre i chiodi le nostalgie
ho appeso la palla di vetro rosso.
                            NAZIM HIKMET


8 commenti:

  1. Bella poesia cara Stefania, un grazie di averla condivisa con tutti noi. Nazim Hikmet, per me è sconosciuto, ma credo che è veramente un poeta.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tommaso, buona serata.
      Stefania

      Elimina
  2. ...più bella poesia per ricordare l'albero di Natale, non potevi scegliere...e il grande Hikmet nei suoi versi lascia sempre una morale...ti auguro le più belle cose per le feste in arrivo...ciao e sempre un complimento alle tue creazioni fotografiche..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sergio, tante belle cose anche a te. Buona serata Stefania

      Elimina
  3. Una poesia bellissima per ricordare il Natale , non la conoscevo ed è una ragione in più per ringraziarti.
    Buona serata.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella, la scelta è caduta su questa proprio perchè non volevo proporvi qualcosa di scontato, e forse ci sono riuscita. Buona serata, Stefania.

      Elimina
  4. Bellassai, convenzionale ma con stile ed energia. Ciao Stef, buone feste.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buone feste anche a te, tante belle cose e grazie, Stefania

      Elimina