lunedì 25 febbraio 2013

SOGLIA

Vorrei rubare al cielo la luce del giorno
e offrirtela adesso, mentre passano
gli uccelli e il vento
trascina un "fiume di nuvole" infelici
incontro alla notte. La primavera
aggiunge un sorriso a ogni verso, quando
fiorisce nel mio sangue il più divino
brivido. Sono solo,
ma so che da qualche parte c'è una stella
che deve ancora nascere.

Di silenzio in silenzio
scintillano le immagini che lasciasti
ardere sotto i miei occhi e la cui cenere
abbraccia questo crepuscolo e ritorna
al cuore. Tra le foglie
palpita la voce del sole, trema ancora
la pura melodia del suo fuoco
quasi segretamente
- quel mio sogno di cui è composta
la memoria degli dèi sul tuo volto.
                     Fernando Pinto do Amaral

 La nascita di Venere
W.A.Bouguereau

3 commenti:

  1. ...la 'soglia del sogno' è la fine del reale, quella che ci permette di volare nei desideri e nelle speranza..complimenti per la scelta deòl dipinto...ciao Stefyp...

    RispondiElimina
  2. Parole e dipinto incantevoli!!!
    Beatris

    RispondiElimina