sabato 27 aprile 2013

SUL PROSCENIO DELLA VITA

 L'Odalisca à l'esclave
Jean Paul Flandrin

Ho visto giorni
piegarsi
al gioco dell'indifferenza
e spazzare via
il seme dell'amore
per il vuoto nel cuore.
Ho visto uomini
lasciare sguardi vuoti
nei gesti quotidiani
col buio  della presenza.
Infine ho visto luci
abbagliare
il proscenio della vita
come miraggi al successo
nel desolante vuoto
del niente. 
© Stefyp.

6 commenti:

  1. Un po' di pessimismo in questo guardare quotidiano sulle piccole cose ,ma che sono parte della vita.Ciao

    RispondiElimina
  2. È triste leggere poesie di questo genere, cara Stefania!
    Purtroppo anche questo è reale, se anche per tanti è ignorato.
    Ciao un caro lauto.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Purtroppo anche questo fa parte della vita e l'occhio sensibile del poeta non può ignorarlo.
    Triste e bella.
    Ciao, buon fine settimana

    RispondiElimina
  4. ...a ben guardare la realtà, i tuoi versi rispecchiano il vero più di quanto si possa pensare...è un piacere venirti a trovare, oltre alle belle letture si impara anche dell'arte che non si conosceva...abbraccio..

    RispondiElimina
  5. ..purtroppo questa è molto spesso la cruda realtà..considerazioni tristi, ma penso che non si possa far finta di non vedere..
    Grazie a tutti
    un caro saluto, Stefania

    RispondiElimina
  6. ...passo per lasciarti un saluto e una buona continuazione - poetanarratore

    RispondiElimina