lunedì 6 maggio 2013

AL ROUND POUND

Guardi te stessa. Ed anche chi ti guarda.
Uno spettro sul muro del giardino.
Uno è lo spettro e l’altra, sì, sei tu –
sempre che entrambi esistiate davvero.

Che strano esser qualcuno dietro un volto,
avere un nome e sapere che è il tuo,
trovarsi in questo angolo di verde.
Una chiocciola osservi: avanza e sosta.

Tu stai seduta, e ti domandi quieta
fino a quando. Ti muovi? No, rimani.
Ignoto è il tessitore dell’ordito.
Scivola via un minuto dopo l’altro. 


                        WENDY COPE

 Judith e la sua ancella
Artemisia Gentileschi

11 commenti:

  1. In armonia con il mio sentirmi di oggi.
    Bellissimo il dipinto della Gentileschi che è una pittrice che apprezzo moltissimo.
    Ciao, buona serata.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella, capitano giornate un pò così..la vita è fatta nche di questo.
      Un grazie e un ciao, Stefania

      Elimina
  2. davvero bellissima, stavo giusto parlando col mio ragazzo della Gentileschi e di quanto poco si sappia delle donne nel mondo dell'arte, quindi apprezzo molto questo omaggio!
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ellie, mi sembra di aver capito che abiti in Toscana, se ancora non lo sai a Pisa c'è una bella mostra di questa pittrice, che io avuto casualmente l'occasione di vedere.
      Se ti interessa puoi approfittarne.
      Ti ringrazio per la visita.
      Ciao, Stefania

      Elimina
  3. stupenda!!! poi mi ricorda me quando ho i momenti no...verò guardare se stessi da fuori fa riflettere
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già cara Audrey, hai ragione, non è facile e non sempre ci si riesce, ma fa riflettere e a volte aiuta.
      Un caro saluto Stefania

      Elimina
  4. L'unica cosa realmete tangibile in questi versi ,. è la chiocciolina che ci riporta con i piedi per terra alla ricerca definitiva del nostro io!

    RispondiElimina
  5. Respiri apatici, in un viavai di vita che sfugge, e che sofferma l'attenzione su delicate immagini della natura...
    Lirica molto apprezzata, un caro saluto, silvia

    RispondiElimina
  6. ...bellissime metafore! Non conosco l'autore, ma sono davvero contento di averlo conosciuto..grazie Stefania, un abbraccio a te e alle tre quartine...

    RispondiElimina
  7. Momenti di pausa e di riflessioni dentro silenzi e colori della meravigliosa natura!
    Buona serata da Beatris

    RispondiElimina
  8. Un grazie di cuore a tutti. Sempre lieta di proporre liriche che apprezzate.
    Ciao Stefania

    RispondiElimina