giovedì 19 settembre 2013

POESIE SCELTE

Da "A Anna Achmatova"
Superficialità! – Caro peccato,
Compagna mia e nemica mia carissima!
Tu versasti il sorriso nei miei occhi,
E la mazurka in tutte le mie vene.
Da te ho imparato a non tener l’anello,
Non m’avrebbe la vita presa in sposa!
A cominciare a caso, dalla fine,
E a finire però sempre daccapo.
A essere fuscello, e essere acciaio,
In questa vita, in cui si può sì poco...
A scioglier la tristezza con la cioccolata,
E a sorridere in viso a chiunque passa!
                                Marina Cvetaeva


Marina Ivanovna Cvetaeva, poetessa russa, esponente di spicco del movimento locale simbolista,  fu una delle voci più originali della poesia russa del XX secolo. Altre poesie le trovate pubblicate con i post del 14/11/12 e 3/05/13.


Berthe Morisot


Esempio
 Un forte vento
ha strappato nella notte all’albero tutte le foglie
tranne un’unica fogliolina,
rimasta,
perché si dondolasse in un assolo sul ramo nudo.

Con questo esempio
la forza dimostra

che sì –
a volte ama scherzare.

Wislawa Szymborska

Wislawa Szymborska  è stata una poetessa e saggista polacca. Premiata con il Nobel nel 1996, è considerata la poetessa polacca più importante degli ultimi anni.

12 commenti:

  1. Versi intensi molto significativi, Stefi...

    RispondiElimina
  2. Bellissime e commoventi queste due delicate poesie!
    Buona giornata da Beatris

    RispondiElimina
  3. Entrambe la poesie portano il lettore a riflettere.
    Anche le poesie di:Wislawa Szymborska ,poetessa
    polacca,sono molto belle.
    Buona giornata rakel

    RispondiElimina
  4. Ottime scelte, come sempre, di composizioni raffinate, che si leggono e rileggono per la loro preziosità emotiva...
    Buon pomeriggio, cara Stefania, e un saluto, silvia

    RispondiElimina
  5. Cara Stefania, parole profonde che creano una poesia belissima.
    Tomaso

    RispondiElimina
  6. Ciao Stefy, grazie della gradita visita, anche qui da te è bello, come queste due splendide poesie che ci proponi.
    Ciao, un caro saluto :-)

    RispondiElimina
  7. La prima sembra paradossale vista la fine che fece l'autrice, desideri negati dalla dannazione della poesia nella quale non può esistere superficialità. Ciao

    RispondiElimina
  8. Ciao Stefania,
    due poesie interessanti, la prima mi piace molto è cosi veritiera e sottile, la seconda molto intenza ;)
    buona giornata un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Si evince la delicatezza e la sensibilità femminile che è sempre una marcia in più nell'universo del poetare. Buona giornata ,a presto

    RispondiElimina
  10. quella della Cvetaeva mi ha colpita particolarmente! belle davvero!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Un caro ringraziamento a tutti voi che siete passati. Sempre contenta di proporrere autori graditi. Vi abbraccio forte.

    RispondiElimina