lunedì 21 ottobre 2013

EMOZIONI IN 100 PAROLE

 
IL TEMPO NON ASPETTA


Mi dicesti..non è niente. Ma una nota stonata colsi tra le tue parole. Come perle preziose d'uno scrigno segreto serravo gli istanti come unici. Vivevo della tua voce come armonia scesa dal cielo.
Avrei voluto trattenere le tue mani nelle mie, seguire ciò che mi comandava il cuore, per fare di noi una cosa sola. Eri l'astro del mio universo, e volevo brillare della tua luce.
Il tempo non aspetta, fugge, non ritorna, mi ripetevi. Giravamo come due sfere girano su uno stesso piano, e non trovammo mai l'incontro.
Fuggisti..senza lasciarmi una parola..
Un giorno forse, chissà..ti aspetto ancora. 


ABBANDONO

Te ne andasti nella notte buia, le mani serrate, il cuore stretto in una morsa di dolore.
-”Torno subito”- dicesti. La voce incrinava le parole e nascondeva l'angoscia, la disperazione. Li abbandonavi giocando all'ombra di sorrisi e d'ingenue parole. Cercavi lo spiraglio d'una luce e ti ripetevi: -trovo un lavoro e qualche soldo, poi torno- Li lasciasti, senza un saluto. Mentre la tua ombra svaniva nel buio della notte, tre piccoli fanciulli indifesi ti aspettavano fiduciosi.
Soli, smarriti, restarono là, mentre correvi sotto un cielo buio che piangeva il tuo dolore.
Ancora aspettano, ti cercano, e sperano di vederti tornare.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI

16 commenti:

  1. Stupendi, e di grande sensibilità questi scritti, che si soffermano su attimi assai delicati di vita, che in qualche modo si vorrebbero sfumare dai ricordi della mente, ma che fanno sempre capolino in modo insistente....
    Molto commoventi i tuoi brani, buona serata, Stefania e un caro saluto, silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia per l'accurata analisi ai miei scritti, mi fa piacere perché si tratta di un'esperienza nuova per provare ad esprimermi in altri modi.. non volevo appesantire il post con un vero racconto, che credo richieda un maggiore impegno nella lettura.....
      Buona giornata e un caro saluto a te.

      Elimina
  2. Splendidi questi racconti e ricchi di sentimento ed emozioni, molto intense anche le fotografie. Mi è piaciuto tanto questo post, grazie.

    Ti auguro una buona serata.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che i miei scritti abbiano incontrato il tuo piacere, penso che si debba provare anche a rinnovarsi nelle proposte, da qui l'idea di queste micro storie.....
      Grazie e buona giornata.

      Elimina
  3. Ciao Stefania,
    entrambi i tuoi scritti sono densi di emozioni ed in poche righe fanno percepire davvero tanto, l'abbandono è intriso si sofferenze e dolore. Complimenti, come sempre sei riuscita a regalarci sensazioni ed emozioni.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Audrey sono contenta di essere riuscita a metterci un po' di anima e ti ringrazio, il tuo commento insieme agli altri qua, mi è di grande aiuto.
      Un forte abbraccio

      Elimina
  4. Coraggiosa Stefania per aver pubblicato una parte di te che ti fa male ,come ho scritto in una mia lirica "sono chiodi acuminati le parole di abbandono",infatti come chiodi appuntiti provocano un dolore insopportabile, però la vita continua ed il tempo (pur non cancellando) lenisce i tormenti e li trasforma,solo una cosa non devi fare di pensare che la colpa è la tua ! Le colpe sono di coloro che agiscono!
    Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia cara Cettina ti ringrazio molto per le parole di conforto che mi hai lasciato, e ti sono molto grata, ma le storie riportate non sono ispirate alla mia vita. Quella dell'abbandono a cui ti riferisci (penso) è una storia vera che mi aveva molto colpita capitata ad una famiglia qua dalle mie parti. ... Credo di capire quindi di essere riuscita a rendere bene l'idea.....
      Un grosso abbraccio, sei veramente un'amica....

      Elimina
    2. Cara stefania la tua grande sensibilità e la tua immedesimazione mi hanno forviato ,ma le mie parole restano sempre un supporto a colei che ha subito. Ti saluto con grande affetto

      Elimina
    3. Ti ringrazio, un grosso abbraccio.

      Elimina
  5. I tuoi versi sono molto forti e soprattutto esprimono tutto il tuo coraggio.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un grazie di cuore...
      un abbraccio.

      Elimina
  6. Versi carichi di amarezza eppure ancora sfiorati dalla speranza! Una grande capacità di esprimere attimi intensi immedesimandosi empaticamente in percorsi dolorosi di vita...Molto bella!
    rosanna g.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosanna, ti leggo con vero piacere.
      Buona serata.

      Elimina
  7. Che grande dolore hai espresso in queste parole, mi è sembrato di ricevere una freccia dritta nel cuore.
    Bravissima e intensa, grazie Stefania.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, il tuo commento mi gratifica molto. Quando ho pubblicato queste micro storie non ero così certa di arrivare al vostro cuore, non è facile essere critica ed imparziale sugli scritti propri....
      Buona serata.

      Elimina