lunedì 6 ottobre 2014

L'ORA PIU' BELLA

Esiste, o viaggiatore, l'ora più felice della tua vita?

Stefano Benni 
ci dice che è difficile trovarla, nei labirinti del tempo umano.



“Se è nel passato, essa non esiste. Poichè non possiamo prevedere se un'ora ancora più bella non possa esserci riservata nel futuro......”

"Non possediamo una misura che possa dirci che stiamo vivendo l'ora più felice, il tempo degli orologi è infinitamente più misero del tempo del nostro cuore."

Il nostro proiettarsi con la mente sempre in avanti ci fa perdere di vista l'istante al punto da non riuscire a percepirne tutta l'intensità e il valore che ha per noi. A volte è proprio il tempo trascorso, restituendoci immagini e sensazioni, a farcene attribuire un valore, vero o falso che sia. Ma se è l'ora più felice non lo sapremo mai.
Riaccendiamo e riassaporiamo l'esperienze solo col ricordo e qualsiasi interferenza puo' darcene una proiezione falsata, perchè le immagini e le emozioni restituite sono confuse, e non abbiamo nessuna certezza che siano tutte o solo in parte.

"Può esiste un'ora nascosta, di cui abbiamo perso il ricordo, e che tornerà improvvisa nella memoria."


Credo che Stefano Benni abbia ragione e che possa esistere dentro di noi, ma il ritrovarla è soprattutto difficile, e concludere che è quella giusta diventa ancora più complicato...perchè:

"Anche nel cuore più ferito c'è sempre la speranza che un'ora felice superi tutte le ore vissute, facendoci dimenticare il dolore.
Nessuno può trovare quest'ora, e forse per questo gli uomini la collocano fuori della vita, in un paradiso o in un indicibile altrove."
 

Questo piccolo racconto, sette pagine appena, e che si legge in soli 10 minuti rientra in un'ottica editoriale mirata della Feltrinelli che ha ideato una collana intitolata “Zoom”.
Al primo impatto ne sono rimasta un po' delusa, perchè mi aspettato un racconto più lungo. Analizzandone, però il contenuto, devo dire che vale la pena leggerlo, perchè nella sua semplicità mi ha dato molto più dei dieci minuti di lettura.
Qual'è stata l'ora più bella della nostra vita è una di quelle domande talmente enigmatiche che chieste così a bruciapelo possono portare a dare risposte scontate e banali ... quindi una riflessione è d'obbligo, credo.

Formato Kindle
Feltrinelli Editore
Uscito il 9 febbraio 2012

IL RACCONTO

Stefano Benni in poche parole cerca di raccontare "L'ora più bella" della sua vita che risale a un episodio di quando era bambino ... ma prima di arrivare a questo ne fa una sua analisi filosofica, arrivando alla conclusione che: “ L’ora più bella della nostra vita è quella che non riusciamo a trovare, nel nostro passato come nel presente o nel futuro. Ci sfugge, ci costringe a inseguirla per poi subito metterla in dubbio."

Eppure tutti noi dobbiamo almeno raccontarci di averne una, per poterla raccontare.
Ciò quindi mi ha portato a chiedermi qual'è la mia e se devo essere sincera non è stato facile, perchè forse ce ne sono diverse, e qualcuna più importante di quella che ricordo. Nell'incertezza ve ne racconto  una risalente all'infanzia, nel periodo della scuola elementare. Da piccola ero innamorata della danza, un giorno fui convocata e prescelta per un balletto da preparare per uno spettacolo nell'oratorio del mio paese. La cosa mi fece sentire al settimo cielo, io, proprio io tra le sette prescelte. Quando salii sul palcoscenico, magicamente fu il mio momento più bello. Ma non finì lì perchè casualmente quell'anno si preparò uno spettacolo anche nella scuola e aver preso parte a quel balletto fu motivo per la mia insegnante di quarta elementare di considerarmi anche per l'altro che si preparò nella scuola.

Invece questa è la visione del grande Edgar Allan Poe:

Il giorno più felice

Il giorno più felice - l'ora più felice
questo mio inaridito cuore ha già conosciuto;
ogni più alta speranza di trionfo e d'orgoglio
sento ch'è fuggita via.

Trionfo? Oh sì, così fantasticavo;
ma da gran tempo svanirono ormai
le visione di quel mio giovanile tempo -
e sia pur così.

E quanto a te, orgoglio, che dirti?
Erediti pure un'altra fonte
quel veleno che approntasti per me -
Ora acquietati, o mio spirito.

Il giorno più felice - l'ora più felice -
che quest'occhi avrebbero visto - hanno già visto,
il rifulgente sguardo di trionfo e d'orgoglio
sento che è spento ormai.

Ma mi fosse pur riofferta quella speranza
di trionfo e d'orgoglio, e con la pena
che allora avvertivo - quella fulgente ora
io non vorrei riviverla:

giacchè oscure scorie erano su quelle ali
e, al loro agitarsi, una maligna essenza
ne pioveva - fatale per un'anima
che già l'ha conosciuta.

E per voi qual'è l'ora più bella?

8 commenti:

  1. Cara Stefania, ne abbiamo tanti giorni felici nella vita, e ne aspettiamo sempre uno di nuovo, per me l'arrivo a gennaio se Dio vorrà sarà il nostro 58° anno di matrimonio
    credo che sarà l'ultimo più bello! naturalmente pensando al prossimo giorno più bello. Ciao e buona settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ogni ora del giorno è la più bella se vissuta con incanto e con amore!
    Un abbraccio e buona giornata da Beatris

    RispondiElimina
  3. Poe è straordinario come sempre, e Benni come sempre geniale. Non so se ho già vissuto la mia ora più bella, anche perchè un'ora mi sembra troppo lunga... forse qualche momento particolarmente felice. Poi sono ancora molto giovane, è più probabile che debba arrivare...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Ciao Stefania,
    ma che bello questo romanzo. Concordo con l'autore l'ora più bella è difficile da individuare perchè spesso possiamo collocarla nel passato senza sapere che nel presente o nel futuro esiste un'ora ancora più bella e meravigliosa.
    Un abbraccio cara e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  5. Inizio dalla fine,
    mamma quant'é bello questo pezzo di Poe!!!
    Comunque il tuo tema é molto accattivante, qual'é l'ora più bella della mia vita.
    Non so rispondere, sono tante le ore belle, ma la più sentita é nascosta in me.
    E se le ore belle avessero tutte la stessa forza di sentimento? Mah! ci rifletterò ancora per giorni.
    Grazie carissima, sempre molto interessanti le tue proposte.
    Abbracci.

    RispondiElimina
  6. Sempre splendide le proposte d'autore, che inserisci nel tuo blog, cara Stefania.
    La mia ora più bella, si ripete sempre, nei giorni, quando godo di buona salute e sono serena...
    Trascorri una splendida sera, mia cara, un abbraccio, silvia

    RispondiElimina
  7. Il giorno più felice e l'ora più felice...quando nacque mio figlio.

    Bel post, Stefi.

    RispondiElimina
  8. Un grazie a tutti per la vostra disponibilità e simpatia, ho apprezzato molto. Vi abbraccio e vi lascio un saluto.

    RispondiElimina