martedì 28 agosto 2012

L'UTILITA' DELLA MEMORIA

Maria Luisa Spaziani

LA PRIGIONE

Memoria, fiorita prigione
dureremo vent'anni, quaranta,
a trastullarci in questi giochi d'ombre?
Come un cane ti annuso e ti raspo,
come un guanto ti infilo e ti rovescio,
hai spigoli aguzzi, celesti barlumi,
sei la pioggia di rose chi mi soffoca,
l'ancora e la grisella degli spazi
e museruola e zufolo e malaria.
Sei l'aria fresca su un deserto, sei
il deserto d'un cielo senz'aria.
                          Maria Luisa Spaziani (1922)

(da utilità della memoria)


Nessun commento:

Posta un commento