venerdì 24 maggio 2013

ABBANDONO




 Notte stellata sul Rodano
V. Van Gogh


Nel buio della stanza
l'anima congelava lo spirito
per poterlo più avanti risvegliare.
A sé lo cullava, tenero, fragile
segmento pulsante.

Incerte bellezze cavalcavano i sogni
fantasie nascoste
chiedevano spazio
per emergere dalle ombre.

La notte esitante cercava conferme
e provava ad adornarsi
col suo velo di sposa. 
         ©  Stefyp

(tutti i diritti riservati)

8 commenti:

  1. Cara Stefania è bellissima questa poesia, e il dipinto sembra che emani una musica guardandolo
    sembra che viva assieme hai bellissimi versi.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Emozioni profonde, tutte da vivere, nella lettura di questi magnifici versi, che nella loro sintonia, trasmettono particolare dolcezza...
    Sempre bello leggerti, buon fine settimana e un saluto, silvia

    RispondiElimina
  3. Poesia intimistica e rievocatrice di sensazioni e sentimenti che giacciano nel profondo dell'anima e vengono a galla sebbene non cercati per essere rivissuti.Ciao

    RispondiElimina
  4. Ciao Stefania, le tue poesie mi piacciono sempre molto, sono l'anima e il sogno a parlare.
    Splendido il dipinto.
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
  5. Ciao Stefania, trovo molto belle e profonde le tue parole che hanno permesso alla poesia di divenire emozione.
    Il dipinto è uno dei miei preferiti, quando lo ammiro mi fa sognare ad emozionare.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. La poesia è sublime, il dipinto spettacolare e tutto l'insieme davvero unico.
    un abbraccio
    Xavier

    RispondiElimina
  7. ...lirica di un sogno che sogna...cara Stefania sei dolce e sai trasmettere le tue sensazioni con le parole scritte in versi...sono molto contento che ami gli impressionisti..buona domenica e un abbraccio...

    RispondiElimina
  8. Grazie a tutti, ho apprezzato molto i vostri commenti. E' sempre un piacere leggervi.
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina